«

»

dic 16

I Granata s’inchinano…

Venerdì 14/12/2012

TORNEO “39° CADUTI DI SUPERGA”

Categoria GIOVANISSIMI ’98

ACCADEMIA GRANDE TORINO vs JSTARS  0-3  

 

Ecco che a spegnere eventuali male lingue che dicono che qui si parli solo di vittorie, oggi vi raccontero di una sconfitta…amara da parte dei Tunno Boys nel derby di ritorno contro la JStars nel prestigioso torneo di Lucento.

Dopo la bellissima vittoria nella partita d’andata è di scena il ritorno dove la JStars deve cercare di ribaltare il passivo ed i Granata confermare quanto di buono avevano fatto nell’incontro precedente.

Pronti via e nella gelida serata di Venerdì i Bianconeri partono subito a testa bassa alla ricerca di quel gol che li rimetta subito in corsa per il discorso qualificazione, i Granata apparsi da subito privi di verve agonistica subiscono da subito questo assalto Bianconero e a differenza dell’andata non riescono mai a reagire, permettendo di fatto che nel giro di cinque minuti di follia totale i Bianconeri non solo trovino il gol dell’uno a zero per annullare lo svantaggio iniziale ma si portano a più uno che di fatto li qualificherebbe al turno successivo.

L’uno due messo a segno dalla JStar manda in confusione i Granata che non riescono a riordinare le idee anzi subendo quasi il tracollo dove però un’attento Bella riesce a contenere limitando ulteriori danni con un paio di interventi di ottima fattura.

Lentamente ma soprattutto confusionalmente i Granata riescono a riemergere cominciando a costruire qualche buona trama di gioco, ma stasera in mezzo al campo due o tre elementi non al top sia di forma che di concentrazione non finalizzano mai al meglio le occasioni regalando ma sopratutto perdendo palla al centrocampo permettendo così le ripartenze avversarie e costringendo così la nostra difesa a dei recuperi affannosi.

Quello che si vede da fuori non è nient’altro che una squadra scollata tra i reparti, dove le geometrie che dovrebbe dettare il numero 7 Andrade ed il numero 9 Berardi non arrivano, dove l’eplosività della lepre Nera Samb non è pervenuta, anzi fin troppo prevedibile e lento non riesce mai a servire il suo compagno di reparto Tunno Junior che così a sua volta viene annullato dalle marcature avversarie.

Nel secondo tempo ti aspetti la reazione dei Tunno Boys che però haimè continua a latitare, troppi errori in fase di interdizione permettono sempre agli avversari di recuperare palle al centro campo, allora  Mr.Tunno prova a mischiare le carte togliendo per primo un’impalpabile Andrade per Papa poi è la volta di un febbricitante Martelli per Innocenzo e di seguito a ruota da Calà al posto di un ammutinante Samb, nonostante ciò a far la differenza e sempre uno strepitoso Bella che con tre quattro interventi stupendi tiene sempre in bilico il risultato, poi Gravina a circa cinque minuti dalla fine si ritrova sui piedi la palla che potrebbe rimettere tutto in discussione, ma non è serata e non gli riesce il tapin vincente così che la JStars nella successiva ripartenza trova il definitivo gol del tre a zero che spegne ogni tentativo di rimonta da parte dei Granata che si devono così inchinare agli avversari che ormai paghi del risultato raggiunto attendono con trepidazione il triplice fischio finale dell’arbitro.

Nulla da fare dunque per i Granata che non sono riusciti a ripetersi nell’impresa di sette giorni fa dove con il cuore e con l’orgoglio e con il gioco erano riusciti a strappare una vittoria meritatissima ed inaspettata da parte dei media…un peccato perchè i Tunno Boys avevano dato prova di carattere prova che è venuta meno questa sera, e sancendo così il passaggio del turno ai cugini della JStars a cui vanno fatti i complimenti per l’ottima prestazione mostrata questa sera.

 

Tornano inesorabili le pagelle di Giuseppe de Critico

BELLA 9: Lui e solo lui questa sera fa si che il passivo sia solo di tre reti, incantando la platea con stupendi interventi da vero numero uno.

ARRICALE 6: Questa sera gli tocca difendere senza mai riuscire per uno scollamento tra i reparti a ripartire, e come i suoi compagni di difesa patisce anche lui le cariche avversarie.

GUIDA 6: Parte imballato e timido poi piano piano si riprende e rimette ordine ma nulla può sullo strapotere avversario di questa sera e si arrende alla fine anche lui.

PELLITTERI 6: Nonostante l’infortunio di domenica è presente alla battaglia, ma che alla fine non trova validi compagni a supporto, anche lui vittima di scoramenti altrui.

GRAVINA 5: E’ spesso preso in contro tempo non gli riesce mai un’allungo di testa e va spesso in confusione sbagliando passaggi semplici semplici, troppo teso gioca con la paura e la paura gioca su di lui.

CORVASCE 5,5: Ci prova a scendere sulle fasce ma spesso lo fa senza che nessuno dei suoi compagni lo accompagni così che finisce per perdere palla. Inconcludente e solo.

ANDRADE 3,5: Vorrei dargli per rabbia un voto ancor più basso ma mi limito, già domenica si erano viste le prime avvisaglie, non è il Brasiliano che noi conosciamo, questo è testardo deconcentrato e poco adeguato alla causa.Da rivedere, forse ha bisogno di ricaricarsi, non lo so ma sicuramente la squadra con un Mathe così ha solo che da perderci e non da guadagnarci. Propongo Turnover.

MATELLI 5,5: Ha la febbre e si vede, il caterpillar questa sera rimane in garage, non riesce mai a far salire la squadra ma quanto meno combatte finch’è in campo.

BERARDI 6: Prova a combattere ma cade nella confusione dettata dagli altri anche lui. Però almeno ci prova a raddrizzare una situazione questa sera imbarazzante.

TUNNO 6: E’ sovrastato dai difensori, ma il suo reparto non lo mette mai in condizioni di sgusciare via come solo lui sa fare, e finisce così per farsi ingabbiare dagli avversari…ma almeno prova a combattere.

SAMB 3,5: Come per Andrade vale lo stesso discorso con l’aggravante che lui ha nelle gambe quell’esplosività naturale che Dio le ha donato, ma che lui questa sera non la mostra mai a nessuno scomparendo lentamente dal campo.

PAPA 6: Prende il posto del Brasiliano, combatte sicuramente di più ma lui non ha per natura quelle geometrie (per altro non pervenute) del suo predecessore, se non altro ristabilisce una parità numerica.

INNOCENZO 5.5: E’ in forma lo si vede ma entra quando ormai per psicologia e per stanchezza i compagni non lo notano neanche, qualche bel recupero ed un’ erroraccio che quasi costa un gol.

CALA sv.: Anche lui come Inno entra ma ormai la partita ha ben poco da dire,sicuramente più combattivo di altri messi in campo precedentemente.

 

 

 

Comments

comments

Permalink link a questo articolo: http://www.accademiagrandetorino.it/i-granata-sinchinano/

Top
Marquee Powered By Know How Media.